Cosa mangiare nella fase Zero Due di Dieta Zero

Ecco il menu tipo con gli alimenti e le quantità previste dalla fase di transizione Zero.Due.

La fase Zero.Due Dieta Zero è la fase di transizione.

In questa fase è prevista una graduale reintroduzione nella dieta di alcuni tipi di carboidrati, prevalentemente quelli integrali, poiché considerati a basso indice glicemico.

Nella fase Zero.Due il numero degli alimenti Zero viene ridotto da tre a due, in quanto l'alimento Zero inserito per il pranzo viene sostituito con una porzione di carboidrati.

Menu esempio della fase due Dieta Zero

Ecco lo schema tipo per organizzare il menu della fase Zero.Due.

Colazione: 1 tazza di tè/caffè/tisana + 1 alimento Zero

Spuntino: 1 porzione Extra Zero

Pranzo: verdura cruda o cotta a volontà + a scelta minestrone di verdure (senza pasta, patate, legumi) + ½ porzione di alimenti fonte di proteine max 1-2 volte a settimana oppure pasta / riso / cereali integrali / pane integrale o di segale/Tagliatelle ExtraZero + ½ porzione di alimenti fonte di proteine, max 2 volte a settimana oppure 1 porzione di alimenti fonte di proteine 3-4 volte a settimana con formaggi come soia e seitan max 2 volte a settimana.

Spuntino: 1 tazza di tè/caffè/tisana + 1 alimento Zero

Cena: verdura cruda o cotta a volontà + pesce o carne o uova.

Alimenti concessi nella fase di transizione Dieta Zero

  • Verdure: asparagi, bietole, broccoli, carciofi, cardi, cavolfiore, cavolo bianco, cavolo verde,cetrioli, cicoria, cipolla bianca, crauti, finocchi, funghi, insalate (tutti i tipi di verdure a foglia), melanzane, peperoni verdi, porri, radicchio, ravanelli, rucola, sedano, soia germogli, spinaci, tartufi, verza, zucchine. Sono incluse anche verdure di colore rosso, giallo o arancione (pomodori, peperoni, carote, zucca e rapa rossa).

  • Proteine: quantità approssimativa da 80 a 120 g per qualunque tipo di carne, pesce, uova, soia e derivati ad eccezione degli affettati da consumare nella quantità di 50-60 g. Sono incluse anche le proteine derivate da soia ristrutturata (ad es bistecchine) e seitan.

  • Latticini: ricotta, fiocchi di latte, caprino fresco, primo sale, mozzarella vaccina in porzioni da 100 g, grana o parmigiano in porzioni da 50 g.

  • Carboidrati: riso, pasta, avena, kamut, farro, orzo, segale, grano saraceno, quinoa, tutti nella loro natura integrale e nella porzione di 50-60 g analogamente al pane integrale o di segale.

  • Grassi: 2 cucchiai al giorno di olio d'oliva, di sesamo o di girasole, purché spremuto a freddo.

  • Bevande: caffè espresso o moka, tè e tisane in filtro o foglia; il consumo di bevande light o zero è consentito ma con moderazione.

Alimenti vietati nella fase di transizione Dieta Zero

  • Latticini: non concessi latte, nemmeno scremato e yogurt, nemmeno se magro.

  • Carboidrati: restano esclusi legumi, frutta, patate, cereali integrali o fiocchi d'avena.

  • Grassi: frutta secca.

  • Bevande: alcolici, succhi di frutta, bevande zuccherine e bevande solubili.

Alimenti Extra Zero nel menu della seconda fase Dieta Zero

Nella fase di transizione Dieta Zero le quantità degli alimenti Extra Zero possono variare leggermente. Ecco le quantità previste.

  • Tagliatelle Extra Zero: da consumare nella porzione di 50 g massimo 2 volte a settimana.

  • Crackers e Toast Extra Zero: 2 al giorno. I Toast possono essere farciti con prosciutto crudo/bresaola più rucola o insalata.

  • Grsissini Extra Zero: 4 al giorno.

  • Frollini Extra Zero: 3 frollini al giorno.

  • Biscosnack Extra Zero: 2 biscotti al giorno

  • Barrette di cioccolato Mocha o Topping Extra Zero al miele o al cioccolato: 1 al giorno.

  • Noccioline di soia Extra Zero: 1 porzione al giorno.

  • Muffin Extra Zero: 1 al giorno.

  • Caramelle Vitamin Zero: 3-4 al giorno

  • Barrette Extra Zero: 1 barretta al giorno.

  • Madeleine e Wafer Extra Zero: 1 al giorno.

Anche se per alcuni alimenti Extra Zero sono previste porzioni leggermente più abbondanti, è necessario scegliere un solo alimento di questo tipo da consumare durante il giorno.

Fitoestratti e integratori Zero nel menu della fase due Dieta Zero

Anche nella seconda fase, per continuare a perdere peso gradualmente è importante dare una spinta all'organismo depurando il fegato e favorendo l'eliminazione dei liquidi.

Le quantità e le modalità di assunzione dei fitoestratti Zero Depurazione e Zero Drenaggio restano le stesse della fase Zero.Uno, così come anche per l'assunzione dell'integratore di potassio e magnesio.

Nella sezione Programma Dieta Zero del nostro negozio online potrai trovare dei comodi, pratici e super convenienti pacchetti che includono già tutti gli alimenti per seguire un periodo di dimagrimento con Dieta Zero. Visita la sezione, scegli il tuo obiettivo e seleziona il prodotto che fa per te.

Leggi ancora cosa mangiare nella terza fase Dieta Zero: http://www.dietazeroshop.it/content/24-fase-di-mantenimento-dieta-zero-cosa-mangiare

 

Disclaimer: I risultati non sono garantiti e possono variare soggetto a soggetto. Ogni persona è diversa e perderà peso, otterrà benefici per l’organismo, migliorerà la propria salute con modalità differenti.

Prodotti correlati