Dieta Zero: alimenti consentiti

  • Dieta Zero: alimenti consentiti

Quali sono gli alimenti consentiti in ciascuna delle tre fasi Dieta Zero e le relative quantità consigliate.

Dieta Zero è il programma alimentare bilanciato e vario che permette di perdere peso in modo mirato, eliminando gli accumuli di grasso. Chi ha scelto questo metodo per dimagrire sa che si tratta di una dieta estremamente semplice da seguire, poiché si articola in tre fasi di uguale durata. Tuttavia non è raro riscontrare dei dubbi sui cibi che è possibile consumare e su quelli che invece dovrebbero essere evitati per non compromettere la chetosi.
Di seguito cercheremo di illustrare in modo schematico quali sono gli alimenti consentiti nella Dieta Zero.

Alimenti consentiti nella fase intensiva Dieta Zero:

Come molti sapranno la prima fase della Dieta Zero è quella un po' più impegnativa poiché prevede l'eliminazione di zuccheri e carboidrati, sia semplici che complessi. Via anche i grassi, ad eccezione di un filo d'olio extravergine d'oliva. A questo punto, cosa è possibile mangiare?
La risposta più immediata è: proteine magre con una buona dose di verdura, ricchissima di vitamine e sali minerali. Questo non elimina però i potenziali dubbi su quali siano gli alimenti specifici che non compromettono e anzi favoriscono la chetosi. Ecco dunque delle indicazioni più precise sugli alimenti consentiti nella fase intensiva della Dieta Zero.

  • Proteine: quantità approssimativa da 80 a 120 g per qualunque tipo di carne, pesce, uova, soia e derivati ad eccezione degli affettati da consumare nella quantità di 50-60 g.
  • Verdure: asparagi, bietole, broccoli, carciofi, cardi, cavolfiore, cavolo bianco, cavolo verde,cetrioli, cicoria, cipolla bianca, crauti, finocchi, funghi, insalate (tutti i tipi di verdure a foglia), melanzane, peperoni verdi, porri, radicchio, ravanelli, rucola, sedano, soia germogli, spinaci, tartufi, verza, zucchine.
  • Grassi: 2 cucchiai al giorno di olio d'oliva, di sesamo o di girasole, purchè spremuto a freddo.
  • Bevande: caffè espresso o moka, tè e tisane in filtro o foglia; il consumo di bevande light o zero è consentito ma con moderazione.

Oltre agli alimenti tradizionali, non bisogna dimenticare che nella prima fase della dieta sono concessi anche dei piccoli snack, ricchi di fibre, che non impattano sui picchi glicemici. Tali alimenti sono da consumare tassativamente, nella quantità di uno snack al giorno, in base a quanto segue:

  • Tagliatelle Extra Zero: da consumare nella porzione di 50 g massimo 2 volte a settimana.
  • Crackers e Toast Extra Zero: 2 al giorno. I Toast possono essere farciti con prosciutto crudo/bresaola + rucola o insalata.
  • Grsissini Extra Zero: 4 al giorno.
  • Frollini Extra Zero: 2 frollini al giorno.
  • Biscosnack Extra Zero: 1 biscotto al giorno
  • Barrette di cioccolato Mocha o Topping Extra Zero al miele o al cioccolato: 1 al giorno.
  • Noccioline di soia Extra Zero: 1 porzione al giorno.
  • Muffin Extra Zero: 1 al giorno.
  • Caramelle Vitamin Zero: 1-2 al giorno

Alimenti consentiti nella fase di transizione Dieta Zero:

La fase di transizione Dieta Zero consiste nella progressiva reintroduzione nell'alimentazione di carboidrati integrali. Perciò in questa fase aumentano le tipologie di cibi che è possibile consumare durante la dieta.

  • Proteine: quantità approssimativa da 80 a 120 g per qualunque tipo di carne, pesce, uova, soia e derivati ad eccezione degli affettati da consumare nella quantità di 50-60 g. Sono incluse anche le proteine derivate da soia ristrutturata (ad es bistecchine) e seitan.
  • Verdure: asparagi, bietole, broccoli, carciofi, cardi, cavolfiore, cavolo bianco, cavolo verde,cetrioli, cicoria, cipolla bianca, crauti, finocchi, funghi, insalate (tutti i tipi di verdure a foglia), melanzane, peperoni verdi, porri, radicchio, ravanelli, rucola, sedano, soia germogli, spinaci, tartufi, verza, zucchine. Sono incluse anche verdure di colore rosso, giallo o arancione (pomodori, peperoni, carote, zucca e rapa rossa).
  • Latticini: ricotta, fiocchi di latte, caprino fresco, primo sale, mozzarella vaccina in porzioni da 100 g, grana o parmigiano in porzioni da 50 g.
  • Carboidrati: riso, pasta, avena, kamut, farro, orzo, segale, grano saraceno, quinoa, tutti nella loro natura integrale e nella porzione di 50-60 g analogamente al pane integrale o di segale.
  • Grassi: 2 cucchiai al giorno di olio d'oliva, di sesamo o di girasole, purché spremuto a freddo.
  • Bevande: caffè espresso o moka, tè e tisane in filtro o foglia; il consumo di bevande light o zero è consentito ma con moderazione.

Per ciò che concerne gli alimenti Extra Zero, le porzioni restano le stesse della prima fase, ma si introducono anche:

  • Barrette Extra Zero: 1 barretta al giorno.
  • Madeleine e Wafer Extra Zero: 1 al giorno.

Alimenti consentiti nella fase di mantenimento Dieta Zero:

In questa fase si torna alla normale alimentazione, quella con il corretto apporto di zuccheri e carboidrati sia semplici che complessi.

  • Proteine: quantità approssimativa da 80 a 120 g per qualunque tipo di carne, pesce, uova, soia e derivati ad eccezione degli affettati da consumare nella quantità di 50-60 g. Sono incluse anche le proteine derivate da soia ristrutturata (ad es bistecchine) e seitan.
  • Latticini: tutti.
  • Verdure: asparagi, bietole, broccoli, carciofi, cardi, cavolfiore, cavolo bianco, cavolo verde,cetrioli, cicoria, cipolla bianca, crauti, finocchi, funghi, insalate (tutti i tipi di verdure a foglia), melanzane, peperoni verdi, porri, radicchio, ravanelli, rucola, sedano, soia germogli, spinaci, tartufi, verza, zucchine. Sono incluse anche verdure di colore rosso, giallo o arancione (pomodori, peperoni, carote, zucca e rapa rossa).
  • Carboidrati: riso, pasta, avena, kamut, farro, orzo, segale, grano saraceno, quinoa, tutti nella loro natura integrale e nella porzione di 50-60 g analogamente al pane integrale o di segale. Sono compresi finalmente legumi in sostituzione del pane o della pasta in porzioni da 50 g se secchi o da 120 g se in scatola, patate al posto di pane e pasta in porzioni da 150 g, frutta nella quantità di 150 g e 2 cucchiai di cereali integrali o fiocchi d'avena.
  • Grassi: 2 cucchiai al giorno di olio d'oliva, di sesamo o di girasole, purchè spremuto a freddo.
  • Bevande: caffè espresso o moka, tè e tisane in filtro o foglia; il consumo di bevande light o zero è consentito ma con moderazione.

Per finire, aumentano ancora le quantità di alcuni snack Extra Zero.

  • Frollini Extra Zero: 6 frollini al giorno.
  • Biscosnack Extra Zero: 4-5 biscotti al giorno
  • Caramelle Vitamin Zero: 3-4 al giorno
  • Barrette Extra Zero: 2 barrette al giorno.

 

Disclaimer: I risultati non sono garantiti e possono variare soggetto a soggetto. Ogni persona è diversa e perderà peso, otterrà benefici per l’organismo, migliorerà la propria salute con modalità differenti.

Prodotti correlati